Papaya da Bere

La Papaya è una pianta appartenente alla famiglia delle Caricacee, molto diffusa nei Caraibi, ma comunemente coltivata anche in altre zone tropicali. Il frutto contiene la maggior parte delle sostanze biologicamente attive: papaina, chimopapaina, enzimi proteolitici, vitamine, aminoacidi. L’estratto di papaia viene tradizionalmente impiegato per disturbi gastrointestinali (difficoltà digestive, meteorismo, diarrea, stipsi e infiammazione intestinale). Per la sua supposta azione antinfiammatoria, antiedemigena e blandamente diuretica la papaina viene utilizzata anche per combattere la cellulite. La Papaya, sia acerba che matura, aiuta a ristabilire nell’organismo l’equilibrio acido-base spesso compromesso e squilibrato verso l’iperacidità da diversi fattori, come un’alimentazione squilibrata, povera di frutta fresca e verdura, lo stress, il poco riposo, un’insufficiente attività fisica che aiuta ad espellere con la traspirazione e il sudore le sostanze acide di scarto dal corpo. Una delle conseguenze dell’iperacidità è un aumento della formazione di radicali liberi, che danneggiano le strutture cellulari. Le vitamine, i minerali e le sostanze vitali presenti negli alimenti non vengono utilizzate correttamente, e ciò si traduce in sintomi legati alla loro carenza.